Associazione Mesorachesi in Ticino

Associazione Mesorachesi in Ticino (A.M.I.T.)

Casella postale 1160

6502 Bellinzona

Costituzione

​

Art. 1

​

1. È costituita l’Associazione Mesorachesi in Ticino (A.M.I.T.), con sede a Bellinzona. L’Associazione è apartitica e aconfessionale.

​

Art. 2

​

Soci

​

1. Possono aderire all’Associazione gli emigranti originari di Mesoraca, nonché i loro parenti e discendenti.

​

2. Inoltre possono aderire anche sostenitori di origine non mesorachese che condividendo gli scopi dell’associazione si prodigano per favorirne il raggiungimento attraverso una partecipazione attiva; ad essi viene dato il diritto di voto in seno all’Assemblea Generale.

​

Art. 3

​

Scopi

​

1. L’Associazione si prefigge di conservare vivo il rapporto dei propri soci con il Comune di Mesoraca, la provincia di Crotone e la regione Calabria.

​

2. Favorire incontri a scopo culturale, sociale e ricreativo, nonché rafforzare le condizioni di inserimento nel Cantone Ticino.

​

3. Favorire lo sviluppo dell’economia Mesorachese.

​

Art. 4

​

Organi direttivi

​

1. I soci dell’Associazione Mesorachesi in Ticino eleggono il Comitato Direttivo, che sarà composto da un minimo di 7 membri ad un massimo di 15 più Revisori dei conti, I quali rimarranno in carica due anni.

​

2. Il Comitato direttivo provvede nella sua prima seduta all’assegnazione delle cariche sociali che sono così previste:

​

Un presidente, un vice presidente, un segretario, e un cassiere.

​

3. All’interno del Comitato direttivo é prevista inoltre la formazione di una Segreteria di cui fanno parte il presidente, il vice presidente, il segretario e il cassiere, con lo scopo di organizzare e razionalizzare il lavoro.

​

4. Il presidente convoca e dirige le riunioni e le assemblee, firma gli atti sociali unitamente al segretario e quelli contabili unitamente al cassiere; rappresenta l’Associazione verso Enti o persone con cui si allacciano rapporti di reciproca assistenza o collaborazione.

​

5. Il segretario redige I verbali, si occupa della corrispondenza e svolge le normali attività di segretariato.

​

6. Il cassiere aggiorna l’elenco dei soci, riscuote le quote annuali di adesione, le elargizioni, le offerte ed ogni altro introito e mantenere In ordine I conti dell’Associazione.

​

7. Il comitato direttivo, in una delle sue prime riunioni, si doterà di un regolamento interno che dovrà essere approvato dalla maggioranza dei suoi membri, il quale determinerà le modalità di voto e la validità delle proprie riunioni.

​

Art. 5

​

Convocazioni

​

1. Il comitato direttivo è convocato dal presidente o dal segretario oppure su richiesta della maggioranza dei soci.

​

Art. 6

​

Dovere dei Soci

​

1. I soci sono tenuti all’osservanza delle norme statutarie ed al rispetto reciproco.

​

2. Coloro che con il loro comportamento portassero disordini atti a compromettere il buon nome dell’Associazione potranno essere espulsi dalla medesima.

​

Art. 7

​

Quote sociali

​

1. I soci sono tenuti al versamento di una quota sociale annuale di Fr. 20.— minimo

​

2. Gli introiti delle quote servono al sostenimento degli scopi prefissi dall’associazione.

​

Art. 8

​

Assemblea

​

1. Entro il 31 marzo di ogni anno si riunisce l’Assembla generale dei soci per l’approvazione dei conti e il resoconto delle attività.

​

2. Le assemblea sia ordinarie che straordinarie sono valide quando è presente in prima convocazione la maggioranza dei soci.

​

3. In seconda convocazione, da farsi mezz’ora prima dopo la prima, l’assemblea sarà valida qualunque sia il numero dei soci.

​

Art. 9

​

Votazioni

​

1. Le delibere vengono prese per alzata di mano a maggioranza dei soci presenti che sono in regola con il pagamento della quota sociale dell’anno in corso, e quello precedente.

​

2. In caso di parità decide il presidente dell’assemblea.

​

3. Per le modifiche basilari dello statuto occorre, in prima convocazione, la maggioranza assoluta; in seconda convocazione la maggioranza dei presenti.

​

Art. 10

​

Norme finali

​

1. Associazione Mesorachesi in Ticino non ha fini di lucro e gli eventuali utili di fine anno saranno passati a bilancio dell’anno successivo.

​

2. Lo scioglimento dell’associazione dovrà avvenire con la maggioranza dei due terzi dei presenti in assemblea generale, I fondi saranno devoluti a fini sociali.

​

3. Per ogni altra disposizione non compresa nel presente statuto si farà riferimento al codice civile svizzero, vedi articoli 60 e seguenti.